E se curassimo la tosse del bambino con “latte e miele”? Quando la scienza medica riscopre i “rimedi della nonna”.

In Primo Piano, Pediatria di Libera Scelta

Un gruppo di pediatri israeliani ha pubblicato sulla rivista americana Pediatrics uno studio in cui si dimostra l’efficacia, in bambini di età compresa tra 1e 5 anni, della somministrazione di 10 gr di miele, 30′ prima di andare a letto, sulla tosse notturna e i disturbi del sonno correlati.

Lo studio in questione e’ dì quelli definiti “randomizzato a doppio cieco”, cioè ai pazienti sotto osservazione viene somministrato o il “farmaco” (in questo caso 10 gr di miele di eucalipto o di limone o di timo) o un placebo (sostanza inattiva) in modo casuale senza che ne i medici ne i pazienti (e i loro genitori) sappiano quale dei due viene somministrato.

In questo modo eventuali variazioni riscontrate non possono essere condizionate da eventuali pregiudizi sia degli sperimentatori, sia dei pazienti, garantendone l’oggettività, presupposto imprescindibile di ogni ricerca scientifica. Nella ricerca israeliana 300 bambini di età compresa tra 1 e 5 anni, affetti da infezione delle alte vie respiratorie e tosse notturna da meno di 7 giorni, furono valutati, prima e dopo la somministrazione del “farmaco” o del “placebo”, per i seguenti parametri: frequenza, gravita’ e grado di disagio della tosse, qualità del sonno dei bambini e dei loro genitori. I parametri venivano valutati attraverso un questionario di autovalutazione compilato dai genitori.

I risultati dello studio dimostrarono che tutti i parametri valutati miglioravano dopo la somministrazione di “qualcosa”, fosse miele o sostanza inattiva (cosidetto “Effetto Placebo”), ma il miglioramento era decisamente più significativo per i bambini a cui era stato somministrato il miele.

In conclusione il vecchio “latte e miele” consigliato da ogni nonna che si rispetti, oggi, e’ validato scientificamente! Una gran bella notizia per i pediatri e per i genitori, soprattutto da quando non si possono più usare mucolitici o sedativi per la tosse nei bambini con età inferiore ai 24 mesi (Informativa AIFA Novembre 2010).