Firmato il nuovo accordo per la gestione del CUP tra il Comune di Brandizzo e Arcenciel Servizi Sanitari Srl.

In Primo Piano, News
Studio Medico Associato - Brandizzomedica
In data 01.08.2012 e’ stato firmato l’accordo per la gestione del Centro Unico di Prenotazione (CUP) per i pazienti afferenti a Brandizzomedica tra il Sindaco di Brandizzo, Roberto Buscaglia, e l’amministratore delegato di Arcenciel Servizi Sanitari Srl, dott. Tristano Orlando.

Fino a gennaio 2012 il servizio era stato gestito dall’associazione dei medici della medicina di gruppo ed era previsto uno sportello aperto al pubblico per 10 ore alla settimana (ridotto a 5 ore alla settimana nel mese di Agosto). Con il nuovo accordo siglato dalla società che da marzo gestisce l’amministrazione del Centro Medico, l’apertura dello sportello passa a 30 ore a settimana (tutte le ore di apertura al pubblico dello studio medico), ridotto a 15 ore durante il mese di Agosto, senza nessun onere aggiuntivo per il Comune.

Richiesto un commento all’Amministratore Delegato dott. Orlando, ha dichiarato che: “Lo sforzo economico di Arcenciel Srl e’ motivato dalla volontà di fornire un servizio migliore all’utenza e di proseguire quel rapporto di collaborazione con l’amministrazione comunale instauratosi in questi primi mesi di attività”. Il dott. Orlando ha soprattutto sottolineato che questa fattiva collaborazione deve ora portare ad una rapida soluzione dei problemi strutturali dell’attuale centro medico.

Il dott. Bodoni, referente della Medicina di Gruppo, ha affermato: “Da tempo i medici lamentano l’inadeguatezza del numero dei locali dedicati a studio medico, e soprattutto, terminata la sperimentazione dei “Gruppi di Cure Primarie”, la presenza di una sola sala d’aspetto, con inevitabile promiscuità tra l’utenza pediatrica e gli adulti. Ora che Arcenciel ha dimostrato il suo impegno, anche economico, per migliorare il servizio per i Brandizzesi, attendiamo come operatori sanitari la risposta del Comune. Da ottobre, con il normale aumento dell’incidenza delle patologia stagionali, la situazione potrebbe diventare insostenibile. I tempi per trovare una soluzione sono quindi molto stretti.”

Speriamo che il periodo di ferie alle porte “porti consiglio”.