Come conservare l’insulina.

In Primo Piano, Medicina Generale

Oggi sono disponibili diverse formulazioni di insulina e diversi sistemi di somministrazione: dai flaconi alle nuove penne pre-riempite.

 Ecco alcuni consigli pratici:

1)      L’efficacia dell’insulina dipende, oltre che dalla giusta tecnica di somministrazione, dalla sua corretta modalità di conservazione, necessaria per evitare che essa si alteri. Sulla confezione sono riportate la temperatura di conservazione e la data di scadenza, oltre la quale l’insulina perde gradualmente la sua efficacia. Non utilizzare mai l’insulina scaduta!

2)      L’insulina di scorta, che non è al momento utilizzata, deve essere conservata in frigorifero all’interno della propria scatola, anche accanto al cibo e, comunque, ad una temperatura compresa tra 2 e 8° C. Non bisogna porla in freezer, né congelarla.

3)      Quando si inizia un nuovo flacone o penna di insulina, è importante ricordarsi di togliere l’insulina dal frigorifero almeno 30 minuti prima del suo utilizzo: la somministrazione di insulina fredda può avere un assorbimento irregolare e rendere la puntura particolarmente dolorosa.

4)      L’insulina che si sta utilizzando va conservata a temperatura ambiente (non superiore ai 25° C) fino a esaurimento o, in ogni caso, per un periodo massimo di 4 settimane. Non va esposta a eccessivo calore (vicino al termosifone, in cucina, accanto ad elettrodomestici, nel vano portaoggetti della macchina) o al sole.

5)      Prima dell’utilizzo, è opportuno controllare sempre se sono presenti cristalli o piccole particelle all’interno della penna o del flacone. In tale evenienza, è possibile restituire la confezione di insulina in farmacia per un eventuale cambio.

6)      Durante un viaggio, le penne e i flaconi di insulina già in uso possono essere riposti in una normale borsa o zaino, tranne se in presenza di temperature eccessivamente elevate. In tali casi l’insulina, anche se già in uso, deve essere mantenuta in frigorifero o in opportune borse frigo con piastre refrigeranti.

7)      Nell’eventualità di dover trasportare una scorta di insulina durante un viaggio, si raccomanda di mantenerla in borse frigo o termos. Se si viaggia in aereo, è bene mettere l’insulina (sia quella in uso sia quella di scorta) nel bagaglio a mano e non nel bagaglio che andrà nella stiva dell’aereo, dove si raggiungono temperature al di sotto dello zero e vi è il rischio che il bagaglio possa essere smarrito. Raggiunta la destinazione, ricordarsi di togliere l’insulina dalla borsa e di riporla nel frigorifero.